logo_aglatech14_agenzia_traduzioni_milano-col
info@aglatech14.it
+39 02 36630270

Follow Us

Back to top

Aglatech14

  /  Articoli   /  Tutela dei dati personali attraverso la traduzione delle informative sulla privacy
tutela-dati-personali-copertina-1536x854

Tutela dei dati personali attraverso la traduzione delle informative sulla privacy

Nell’era dei big data il tema della tutela dei dati personali è sicuramente più che all’ordine del giorno. Per far fronte al problema della raccolta, dell’archiviazione e dell’utilizzo dei dati personali in modo errato o lesivo dei diritti delle persone, nel maggio del 2018 è stato introdotto il Regolamento europeo in materia di protezione dei dati. Il regolamento prevede l’obbligo per le aziende, i siti web, le app e, in generale, tutti i titolari dei dati, di fornire agli interessati, prima del trattamento, le informazioni previste dagli articoli 12, 13 e 14 del cosiddetto GDPR. Queste informazioni vengono fornite attraverso l’informativa sulla privacy, che informa i cittadini in merito alle finalità e alle modalità di raccolta, trattamento e archiviazione dei loro dati personali da parte del titolare del trattamento. L’informativa serve anche per permettere all’interessato di prestare il proprio consenso al trattamento dei dati, ed è richiesta ogni volta che si effettua un trattamento di dati personali.

In sintesi, un’informativa sulla privacy deve indicare chi sta raccogliendo i dati, le basi di liceità per il trattamento e se i dati verranno condivisi con terze parti. Infine, deve spiegare in che modo gli interessati possono esercitare i propri diritti. L’informativa sulla privacy deve essere presente su tutti i siti web delle aziende, dei social network e delle app, ed è spesso accompagnata da Privacy PolicyCookie Policy e Termini e Condizioni

Dovendo informare gli utenti riguardo all’utilizzo dei loro dati personali, la documentazione deve necessariamente essere fornita in tutte le lingue in cui il sito web o l’app sono disponibili, altrimenti potrebbe essere contestato al titolare di non aver informato l’utente correttamente. 

La traduzione delle informative sulla privacy è importantissima sia per rispettare la legge, sia per consentire a tutti gli utenti di comprenderne la finalità e l’utilità e, non da ultimo, per tutelare attivamente i diritti degli interessati. L’aspetto principale di questo tipo di traduzione, oltre lo stile, è sicuramente la terminologia, che deve essere esatta e conforme a quella utilizzata nel Regolamento europeo. Eventuali errori di terminologia, infatti, potrebbero compromettere la finalità stessa dell’informativa o il rispetto del regolamento. Per essere sicuri di utilizzare la terminologia corretta, è utile consultare la pagina eurlex, dove si possono trovare le versioni del Regolamento europeo in materia di protezione dei dati in tutte le lingue europee, oppure alcune versioni con testo a fronte.

Infine, il GDPR stabilisce chiaramente che l’informativa sulla privacy deve essere concisa, chiara, comprensibile e di facile accesso agli utenti. Ovviamente, questo aspetto deve essere tenuto in grande considerazione anche in fase traduttiva per garantirne la comprensione da parte di tutti i tipi utenti.

Carlotta Rossi – traduttrice freelance con specializzazione in ambito legale, finanziario, shipping e trasporti

Post a Comment